Certificazione PEFC

Come ottenere la certificazione CoC con la nostra consulenza

Consulenza PEFC

Certificazione PEFC Sistema di tracciabilità per le fasi di lavorazione e distribuzione del legno

Assessment iniziale senza impegno
Voi capite noi, noi capiamo voi

Siamo disponibili ad avviare senza impegno le attività per la certificazione della vostra azienda, per consentire a voi di entrare nel merito del processo, e alla Memole di conoscere meglio l’azienda, le sue necessità e specifiche aspettative.
Alla fine dell’assessment, saremo entrambi più consapevoli, ed in grado di valutare insieme l’impegno prevedibilmente richiesto per giungere al risultato.
In ogni caso, la Memole non lavora “a tassametro”: a fronte dell’importo stabilito, i suoi consulenti supportano l’azienda fino al conseguimento della certificazione, a prescindere dalle giornate.

Steps percorso certificazione – Supporto consulenziale

1. Analisi del contesto interno ed esterno
8%
Si individuano i principali stakeholders aziendali, e quali sono i loro impegni e le aspettative nei confronti dell’azienda
2. Screening delle prassi e dei flussi operativi dell’azienda
13%
Si analizza quanto la cultura aziendale ha consolidato in termini di pratiche, valorizzandone la qualificazione rispetto ai requisiti previsti dalla norma di riferimento
3. Analisi dei rischi e delle opportunità
16%
Si analizzano i rischi di mancato rispetto dei requisiti della norma, non sufficientemente coperti dalle prassi aziendali, e le opportunità che potrebbero cogliersi con una migliore qualificazione delle prassi stesse
4. Individuazione dei presìdi da adottare per la riduzione del rischio
24%
Per i rischi che non presentano sufficiente copertura,
si individuano i presìdi adottabili, in
termini di migliori controlli, più efficienti modalità operative ecc.
5. Adeguamento dei processi aziendali
29%
I presìdi individuati vengono implementati nei processi aziendali
6. Redazione della documentazione di sistema (manuale e procedure)
40%
I processi così qualificati sono descritti nella documentazione di sistema (manuale e
procedure). Tale documentazione è approvata dalla direzione aziendale ed illustrata al
personale
7. Messa in esercizio del sistema
49%
Viene curata la concreta applicazione del sistema, intervenendo eventualmente con le
revisioni che si rendessero necessarie
8. Verifica dello stato di applicazione del sistema e di conformità ai requisiti della norma di riferimento
70%
Tramite cicli di audits interni, sull’intero sistema, se ne verifica lo stato di applicazione e la
effettiva conformità alla norma di riferimento
9. Scelta di un ente di certificazione
82%
Si individua l’ente accreditato, si presenta la domanda di certificazione e si pianifica l’audit
10. Sostenimento del’audit
89%
L’audit vede come protagonisti l’azienda nel suo complesso, e i suoi dipendenti, che devono dimostrare di possedere sufficiente conoscenza e competenza applicativa della norma e delle procedure di sistema.
11. Conseguimento del certificato
100%
Il rapporto dell’auditor con la proposta di certificazione di conformità alla norma,
indirizzata al comitato dell’ente, sancisce la conclusione dell’iter di certificazione

La Certificazione di Catena di Custodia PEFC sistema di tracciabilità per le fasi di lavorazione e distribuzione del legno

La Catena di Custodia (in inglese CoC – Chain of Custody) è un sistema di tracciabilità a livello aziendale utilizzato per tutte le fasi di lavorazione e distribuzione del legno che attesta che il sistema di registrazione del flusso del legno applicato dall’impresa soddisfa i requisiti stabiliti dallo schema di certificazione ed esige che nessun legname proveniente da fonti controverse (es: abbattimento illegale o in aree protette) possa entrare nella catena dei prodotti certificati.
Il certificato di Catena di Custodia PEFC (che viene anche chiamata certificazione CoC) è la condizione essenziale per una azienda che vuole usare il logo PEFC sui propri prodotti realizzati con materia certificata PEFC.

In sintesi, garantisce che l’azienda possiede e utilizza i meccanismi di sicurezza necessari per tracciare i prodotti certificati all’interno del processo di produzione dell’azienda.

Percorso per Certificazione CoC

  1. Preparazione del “Manuale per la rintracciabilità del prodotto a base di materiale certificato PEFC” in conformità allo standard ITA 1002, da presentare all’Organismo di certificazione
  2. Presentazione della domanda di Certificazione all’Organismo di Certificazione (OdC) – e successiva accettazione da parte dell’OdC
  3. Verifica Ispettiva presso l’azienda da parte dell’OdC
  4. Rilascio della Certificazione da parte dell’OdC
  5. Richiesta dell’uso logo al PEFC Italia presentando il certificato

È sempre consigliabile confrontare la propria organizzazione aziendale e la tipologia di prodotto con lo standard di Catena di Custodia PEFC per scegliere l’approccio di certificazione più adatto alla propria realtà imprenditoriale.

Procedure di certificazione

L’iter di certificazione è condotto in accordo ai requisiti e alle modalità descritti nella norma di riferimento ITA 1002 Schema di Certificazione della Catena di Custodia dei prodotti di origine forestale. 
ITA 1002 specifica i requisiti della catena di custodia che l’“organizzazione” deve soddisfare e indica i requisiti minimi del sistema di gestione per l’attuazione e la gestione del processo di rintracciabilità.

Il termine organizzazione è usato per riferirsi a qualsiasi azienda che si occupa del raccolto, trasporto o della trasformazione di prodotti di origine forestale, dalla foresta al consumatore finale.

Iter di certificazione

1. Domanda di certificazione inoltrata all’organismo di certificazione da parte dell’azienda
2. Verifica documentazione + eventuale visita preliminare
3. Visita ispettiva presso l’azienda (audit ispettivo)
4. Rapporto di verifica ispettiva (segnalazioni di eventuali non conformità)
5. Decisione di certificazione (Comitato di certificazione)
6. Emissione certificato
7. Visite di mantenimento per tutta la durata del certificato

Chi si può certificare PEFC?

Tutte le aziende che acquistano materie prime certificate PEFC. Tutti i trasformatori di prodotti forestali possono dare garanzia della provenienza da foreste gestite in maniera sostenibile della propria materia prima. Tutta la filiera deve essere certificata fino al prodotto finito.

I settori sono molteplici:
• Ditte boschive
• Segherie
• Legno ingegnerizzato (Lamellare, tranciati, sicurezza stradale, ecc.)
• Edilizia e carpenteria
• Imballaggi e pallet
• Pannelli
• Commercio e distributori di legname
• Carta e trasformatori (Carte grafiche e per la casa, buste, carta per ufficio, sacchetti ecc.)
• Distributori di carta
• Editori e stampatori
• Mobili e arredi per interni
• Mobili e arredi per esterni
• Gadget, cancelleria, utensili, ecc.
• Prodotti forestali non legnosi
e molti altri ancora.

I vantaggi di una Catena di Custodia

La convenienza per chi fornisce prodotti certificati risiede, oltre che negli aspetti etici, in considerazioni di natura economica connesse alla preferenza accordata dal consumatore al prodotto certificato PEFC rispetto ad uno senza le stesse garanzie di tracciabilità e sostenibilità.

La certificazione di “catena di custodia” della propria azienda rappresenta un utile strumento di marketing, di differenziazione rispetto ai concorrenti e di comunicazione verso la clientela, un’opportunità di ufficializzare il proprio impegno imprenditoriale verso l’ambiente, ma al tempo stesso anche un impegno per la promozione di una gestione oculata e corretta dei boschi di origine della materia prima.

Call Now ButtonChiama per un Audit Gratuito