FAQ

Quanto costa la certificazione?
Quali i costi di sviluppo e certificazione di un sistema di gestione?

Assessment iniziale

Quanto costa la certificazione? (ISO 9001, ISO 14000, SOA, Marcatura CE ecc..)

Assessment iniziale gratis e senza impegno
Voi capite noi, noi capiamo voi

Siamo disponibili ad avviare gratis e senza impegno le attività per la certificazione della vostra azienda, per consentire a voi di entrare nel merito del processo, e alla Memole di conoscere meglio l’azienda, le sue necessità e specifiche aspettative.
Alla fine dell’assessment, saremo entrambi più consapevoli, ed in grado di valutare insieme l’impegno prevedibilmente richiesto per giungere al risultato.
In ogni caso, la Memole non lavora “a tassametro”: a fronte dell’importo stabilito, i suoi consulenti supportano l’azienda fino al conseguimento della certificazione, a prescindere dalle giornate.

Steps percorso certificazione – Supporto consulenziale

1. Analisi del contesto interno ed esterno
8%
Si individuano i principali stakeholders aziendali, e quali sono i loro impegni e le aspettative nei confronti dell’azienda
2. Screening delle prassi e dei flussi operativi dell’azienda
13%
Si analizza quanto la cultura aziendale ha consolidato in termini di pratiche, valorizzandone la qualificazione rispetto ai requisiti previsti dalla norma di riferimento
3. Analisi dei rischi e delle opportunità
16%
Si analizzano i rischi di mancato rispetto dei requisiti della norma, non sufficientemente coperti dalle prassi aziendali, e le opportunità che potrebbero cogliersi con una migliore qualificazione delle prassi stesse
4. Individuazione dei presìdi da adottare per la riduzione del rischio
24%
Per i rischi che non presentano sufficiente copertura,
si individuano i presìdi adottabili, in
termini di migliori controlli, più efficienti modalità operative ecc.
5. Adeguamento dei processi aziendali
29%
I presìdi individuati vengono implementati nei processi aziendali
6. Redazione della documentazione di sistema (manuale e procedure)
40%
I processi così qualificati sono descritti nella documentazione di sistema (manuale e
procedure). Tale documentazione è approvata dalla direzione aziendale ed illustrata al
personale
7. Messa in esercizio del sistema
49%
Viene curata la concreta applicazione del sistema, intervenendo eventualmente con le
revisioni che si rendessero necessarie
8. Verifica dello stato di applicazione del sistema e di conformità ai requisiti della norma di riferimento
70%
Tramite cicli di audits interni, sull’intero sistema, se ne verifica lo stato di applicazione e la
effettiva conformità alla norma di riferimento
9. Scelta di un ente di certificazione
82%
Si individua l’ente accreditato, si presenta la domanda di certificazione e si pianifica l’audit
10. Sostenimento del’audit
89%
L’audit vede come protagonisti l’azienda nel suo complesso, e i suoi dipendenti, che devono dimostrare di possedere sufficiente conoscenza e competenza applicativa della norma e delle procedure di sistema.
11. Conseguimento del certificato
100%
Il rapporto dell’auditor con la proposta di certificazione di conformità alla norma,
indirizzata al comitato dell’ente, sancisce la conclusione dell’iter di certificazione

Costi delle certificazioni di sistema (ISO 9001, ISO 14001, ISO 22001, ISO 27001)

I costi di sviluppo e certificazione di un sistema di gestione si compongono essenzialmente di due voci.

  • Costo dell’ente certificatore (certificazione e successivi mantenimenti)
  • Costo della Consulenza

Costo delle certificazioni di sistema.

Le certificazioni di sistema riguardano l’organizzazione aziendale (qualità, ambientale, sicurezza ecc.). Perché una certificazione di sistema abbia validità e sia quindi accettata presso una pubblica amministrazione o grandi organizzazioni private, occorre che sia emessa da un ente di certificazione “accreditato” nel settore in cui opera l’azienda. L’accreditamento all’ente di certificazione in Italia è rilasciato da Accredia, che è l’organismo italiano a cui la comunità internazionale riconosce il ruolo di accreditatore per enti di certificazione e laboratori di prova, di analisi, metrologici. In Italia operano oltre un centinaio di enti di certificazione accreditati da Accredia, oltre ad altri enti, stranieri, accreditati presso gli analoghi organismi dei propri paesi di appartenenza (ad es UKAS per l’Inghilterra), che possono rilasciare certificati altrettanto validi, per il mutuo riconoscimento che vige tra gli organismi accreditatori. Le tariffe applicate da questi enti accreditati sono ormai molto allineate, e dipendono principalmente dal settore in cui opera la azienda, dalle sue dimensioni in termini di personale e di fatturato, e se è dislocata in una sola sede o su più sedi.

Ordine di spesa dell’ente di certificazione.

Per avere un’idea dell’ordine di grandezza, diciamo che il costo per una certificazione ISO 9001, per una microazienda con meno di 10 dipendenti, che operi in un settore convenzionale manifatturiero (ad es. edilizio, metalmeccanico) si aggira sui 4000 – 4500 euro in tre anni. In ogni caso, è possibile richiedere una offerta, non impegnativa, anche a più enti di certificazione contemporaneamente. L’ente risponderà inviando un questionario. Una volta restituito all’ente il questionario debitamente compilato, all’azienda perverrà l’offerta. Solo l’invio all’ente dell’offerta sottoscritta per accettazione determina l’inizio dell’iter di certificazione.

Costo per l’intervento di consulenza.

Definire il costo di un intervento consulenziale su una azienda che ci si affidi per il conseguimento di una certificazione è purtroppo molto meno semplice e schematico della definizione dell’intervento dell’ente di certificazione. Anzi, vorremmo instillare una sana diffidenza verso i consulenti che riescono a formulare preventivi “a distanza”, per una serie di motivi che illustriamo nel seguito. Intanto, la stessa azienda cliente, che richiede per la prima volta questa tipologia di servizi, non è tipicamente attrezzata per valutare un preventivo per l’allestimento di un sistema qualità. Il consulente, d’altronde, ha lo stesso problema: non conosce l’azienda, non ne conosce la recettività rispetto alle tematiche specifiche, non sa quali sono i livelli organizzativi che dovrà qualificare, a prescindere dalle dimensioni, e quindi quale è l’effort, in termini quanto meno temporali, che gli sarà richiesto per il conseguimento del risultato. È chiaro che in tali condizioni il consulente riesce a formulare un preventivo solo se si prefigge di vendere un prodotto consulenziale preconfezionato, un sistema in cui forzerà qualsiasi tipo di organizzazione aziendale, una scarpa da calzare ad ogni piede, con buona pace per chi con quel sistema dovrà camminarci quotidianamente.

L’approccio Memole per il preventivo del costo di consulenza per la certificazione.

Preso atto dell’impasse decisionale che tale condizione può creare, abbiamo deciso di venirne fuori adottando un approccio proattivo al problema:

la Memole Ingegneria si rende disponibile, gratis e senza impegno per il cliente, ad una fase di “assessment”, durante la quale viene avviato l’allestimento del sistema lavorando “come se” il rapporto consulenziale fosse già formalmente instaurato.

Durante questa fase matura una conoscenza reciproca, che consente alla azienda di entrare nel particolare mondo delle certificazioni e comprendere quanto impegno, proprio e del consulente, richiede il conseguimento del risultato. Il consulente Memole, d’altra parte, riesce durante l’assessment, ad entrare nel vivo dei processi/prodotti da portare in certificazione, misurare la valenza e la collaboratività aziendale, e quindi farsi una idea precisa dell’impegno richiesto. Finito l’assessment, siamo in grado formulare una offerta ragionata, che si articola per fasi di intervento, e per ogni fase esprime il prevedibile impegno in giorni/uomo per il conseguimento del risultato. Dai giorni/uomo indicati, di cui il cliente a questo punto è in grado di valutare la congruità, giungere all’accordo economico diventa abbastanza agevole, partendo da una condivisa e consapevole base di valutazione dell’impegno.

Ma la originalità dell’approccio Memole non finisce qui. Una volta sottoscritto l’accordo, l’impegno della

Memole (vedi schema di contratto) a fronte dell’importo concordato, diventa “a corpo”: il consulente si impegna a supportare l’azienda fino al conseguimento del risultato, nei tempi definiti (salvo deroghe su richiesta del cliente).

Non vi è quindi un tassametro dei giorni / uomo che scorre a prescindere da quanto si realizza, e le fatturazioni sono scandite in funzione dell’effettivo stato di avanzamento lavori.

Call Now ButtonChiama per un Audit Gratuito