Certificazione SA 8000

Certificazione SA 8000 standard internazionale Responsabilità Sociale d’Impresa

    Consulenza SA 8000

    La certificazione SA 8000 è stata la prima norma riconosciuta a livello internazionale come standard di riferimento certificabile in ambito responsabilità sociale.

    La certificazione SA 8000, elaborata nel 1997 dall’ente statunitense SAI, è stata la prima norma riconosciuta a
    livello internazionale come standard di riferimento certificabile in ambito responsabilità sociale.
    Organizzazioni di riferimento per lo standard SA8000 sono:
     Responsabilità Sociale Internazionale (SAI): è una delle organizzazioni leader a livello globale che opera
    per far avanzare i diritti umani dei lavoratori di tutto il mondo.

    • Organizzazione Internazionale del Lavoro (ILO): è un agenzia specializzata delle Nazioni Unite che si
      occupa di promuovere la giustizia sociale e i diritti umani internazionalmente riconosciuti, con particolare
      riferimento a quelli riguardanti il lavoro in tutti i suoi aspetti.

    La SA 8000 è applicabile a tutte le aziende di qualsiasi dimensione, di qualsiasi paese e di qualsiasi attività e
    punta principalmente a migliorare le condizioni lavorative dei dipendenti.
    Le parti interessate chiamate in causa dal processo di certificazione SA 8000 sono tipicamente:

    • i fornitori
    • i clienti
    • i residenti nell’area produttiva
    • i mass media
    • le organizzazioni sindacali
    • i consumatori e le loro associazioni
    • i gruppi ambientalisti ed umanitari

    Lo standard SA 8000 fissa 9 requisiti, a cui richiede che una organizzazione socialmente responsabile debba
    attenersi:

    • assenza di lavoro infantile
    • assenza di lavoro obbligato
    • rispetto delle normative di salute e sicurezza sul lavoro
    • libertà di associazione e diritto alla contrattazione collettiva
    • assenza di discriminazione
    • correttezza nelle procedure disciplinari
    • rispetto delle normative e diritti umani per quanto riguarda l’orario di lavoro
    • equità nei criteri contributivi
    • responsabilità nel sistema di gestione

    I primi otto requisiti tendono ad assicurare il rispetto di una complessiva eticità nell’azione aziendale, fornendo riferimenti metodologici ed operativi non solo nella implementazione dei processi interni, ma anche nella selezione e qualificazione delle filiere in cui l’azienda può essere coinvolta, e partendo dall’assunto che i comportamenti virtuosi, ed il rispetto di tali requisiti, nel medio lungo periodo, sono premianti anche dal punto di vista della capacità competitiva.

    Il nono requisito è rivolto alla implementazione di un Sistema di Gestione della Responsabilità Sociale (SRS) orientato ad un continuo miglioramento, che si presenti agevolmente integrabile in contesti organizzativi già
    dotati di sistemi per la gestione della qualità, e ne faciliti la espansione lungo l’intera filiera produttiva di cui l’organizzazione fa parte.

    La certificazione SA 8000 ha come organismo internazionale patrocinante il CEPAA, emanazione del CEP, un istituto statunitense fondato nel 1969 per dare ai consumatori ed agli investitori tutti gli strumenti adatti per valutare ed analizzare le prestazioni sociali delle aziende.

    Il certificato di conformità allo standard SA8000 viene rilasciato da un organismo accreditato, che effettua audits equiparabili metodologicamente a quelli correntemente applicati per la certificazione dei sistemi di gestione per la qualità o di analogo impianto (ambientale, sicurezza sul lavoro, sicurezza dati ecc.).

    Assessment iniziale senza impegno
    Voi capite noi, noi capiamo voi

    Siamo disponibili ad avviare senza impegno le attività per la certificazione della vostra azienda, per consentire a voi di entrare nel merito del processo, e alla Memole di conoscere meglio l’azienda, le sue necessità e specifiche aspettative.
    Alla fine dell’assessment, saremo entrambi più consapevoli, ed in grado di valutare insieme l’impegno prevedibilmente richiesto per giungere al risultato.
    In ogni caso, la Memole non lavora “a tassametro”: a fronte dell’importo stabilito, i suoi consulenti supportano l’azienda fino al conseguimento della certificazione, a prescindere dalle giornate.

    Steps percorso certificazione – Supporto consulenziale

    1. Analisi del contesto interno ed esterno
    8%
    Si individuano i principali stakeholders aziendali, e quali sono i loro impegni e le aspettative nei confronti dell’azienda
    2. Screening delle prassi e dei flussi operativi dell’azienda
    13%
    Si analizza quanto la cultura aziendale ha consolidato in termini di pratiche, valorizzandone la qualificazione rispetto ai requisiti previsti dalla norma di riferimento
    3. Analisi dei rischi e delle opportunità
    16%
    Si analizzano i rischi di mancato rispetto dei requisiti della norma, non sufficientemente coperti dalle prassi aziendali, e le opportunità che potrebbero cogliersi con una migliore qualificazione delle prassi stesse
    4. Individuazione dei presìdi da adottare per la riduzione del rischio
    24%
    Per i rischi che non presentano sufficiente copertura,
    si individuano i presìdi adottabili, in
    termini di migliori controlli, più efficienti modalità operative ecc.
    5. Adeguamento dei processi aziendali
    29%
    I presìdi individuati vengono implementati nei processi aziendali
    6. Redazione della documentazione di sistema (manuale e procedure)
    40%
    I processi così qualificati sono descritti nella documentazione di sistema (manuale e
    procedure). Tale documentazione è approvata dalla direzione aziendale ed illustrata al
    personale
    7. Messa in esercizio del sistema
    49%
    Viene curata la concreta applicazione del sistema, intervenendo eventualmente con le
    revisioni che si rendessero necessarie
    8. Verifica dello stato di applicazione del sistema e di conformità ai requisiti della norma di riferimento
    70%
    Tramite cicli di audits interni, sull’intero sistema, se ne verifica lo stato di applicazione e la
    effettiva conformità alla norma di riferimento
    9. Scelta di un ente di certificazione
    82%
    Si individua l’ente accreditato, si presenta la domanda di certificazione e si pianifica l’audit
    10. Sostenimento dell’audit
    89%
    L’audit vede come protagonisti l’azienda nel suo complesso, e i suoi dipendenti, che devono dimostrare di possedere sufficiente conoscenza e competenza applicativa della norma e delle procedure di sistema.
    11. Conseguimento del certificato
    100%
    Il rapporto dell’auditor con la proposta di certificazione di conformità alla norma,
    indirizzata al comitato dell’ente, sancisce la conclusione dell’iter di certificazione
    Call Now ButtonChiama per un Assesment